Ferrari: all’asta pezzi della storia del cavallino rampante. Il ricavato devoluto alla ricerca

Asta benefica Ferrari

Rarità Ferrari all’asta per la ricerca

(fonte: Automoto.it)

L’Associazione “Centro Dino Ferrari” lancerà una speciale asta benefica dove verranno battuti una Ferrari F12TdF “Special Edition” e molti memorabilia e pezzi dedicati al Cavallino Rampante, come la tuta da corsa autografata da Sebastian Vettel o un intero motore Ferrari 051 F2002.

Il ricavato sarà interamente devoluto alla ricerca scientifica per le malattie neuromuscolari e neurodegenerative del “Centro Dino Ferrari”.

Per partecipare i collezionisti di tutto il mondo potranno registrarsi al sito dell’Associazione “Centro Dino Ferrari”, dove sarà possibile visionare l’intero catalogo e fare una pre-offerta per uno o più pezzi fra quelli messi all’asta il 6 ottobre.

L’asta sarà battuta da Sotheby’s il prossimo 6 ottobre per ricordare il 120° anniversario della nascita dell’Ingegner Enzo Ferrari, fondatore del “Centro Dino Ferrari”.

I migliori offerenti, oltre ad avere la possibilità di aggiudicarsi uno dei pregiati pezzi all’asta, contribuiranno a una nobile causa: i fondi raccolti sosterranno la ricerca scientifica del “Centro Dino Ferrari” dell’Università degli Studi di Milano.

Il “Centro Dino Ferrari”, fondato nel 1981 dall’Ing. Enzo Ferrari, da oltre trentacinque anni opera nel campo delle malattie neuromuscolari e neurodegenerative.

Sostieni la ricerca sulle malattie neurodegenerative

Rimani aggiornato, iscriviti alla nostra

Newsletter