Distrofia Muscolare di Duchenne e dieta di aminoacidi. Healthdesk.it

Distrofia Duchenne: anche la dieta può aiutare

(fonte: Healthdesk.it del 3 ottobre 2018)

Un’integrazione dietetica a base di aminoacidi potrebbe essere efficace nel preservare l’attività muscolare dei pazienti affetti da distrofia muscolare di Duchenne.

A suggerirlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

La ricerca, coordinata da Yvan Torrente, docente di Neurologia del Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Trapianti, e Enzo Nisoli, docente di Farmacologia del Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale dell’Università Statale di Milano, è stata condotta su un modello animale di distrofia muscolare di Duchenne a cui è stata somministrata, per un periodo di due settimane, una miscela costituita da aminoacidi essenziali arricchita in ramificati, già testata nel trattamento della sarcopenia dell’anziano.

I ricercatori hanno osservato un “significativo” miglioramento della funzione motoria. Il miglioramento, secondo i ricercatori, sarebbe dovuto principalmente a due eventi: da una parte, la normalizzazione dell’architettura vascolare nei muscoli; dall’altra, la trasformazione delle fibre muscolari glicolitiche in ossidative.

Non si tratta di una cura, spiegano i ricercatori, ma questo «risultato potrebbe essere di particolare rilevanza per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti distrofici», ha detto Torrente.

Distrofia-muscolare-dieta-aminoacidi-studio-centro-dino-ferrari

Sostieni la ricerca del Centro Dino Ferrari

Rimani aggiornato, iscriviti alla nostra

Newsletter